Notizie Flash

Il tuo nuovo punto di vista

Rocchese: vittoria a tavolino contro il S.Maria la Carità

Interlinea+- ADimensione carattere+- Stampa questo articolo

Tre gare su cinque decise a tavolino. Stavolta però si tratta di una sentenza in favore della Rocchese che, dopo aver peccato nell’impiego di un calciatore squalificato per le gare con Pro Pagani e Barano, ha in un certo senso recuperato, ottenendo vittoria a tavolino contro il Santa Maria la Carità (3^ giornata, Promozione girone B). La gara era terminata col successo dei sammaritani per 3-1. Di seguito il dispositivo integrale.

Il G.S.T., letto il ricorso ritualmente preannunciato e proposto, lette altresì le contro deduzioni inviate dalla società Santa Maria La Carità, letti gli atti ufficiali di gara, esperiti gli opportuni accertamenti rileva che lo stesso è fondato e pertanto meritevole di accoglimento. La società reclamante lamenta la partecipazione alla gara de qua, del calciatore Gargiulo Raffaele (nato il 30.03.1998) alla gara in epigrafe, sebbene fosse in corso di squalifica, come pubblicato sul C.U. del C.R.C. S.G.S. n.77 dell’11.6.2015 pag. 1232, per recidiva in ammonizione, (1 gara di squalifica), allorquando militava nella società GE.CA., ed essendo tale sanzione relativa all’ultima gara di campionato, non avrebbe scontato la gara di squalifica. La reclamante rappresentava che il calciatore Gargiulo Raffaele (nato il 30.03.1998), avendo cambiato società di appartenenza, ai sensi dell’art. 22 comma VI CGS avrebbe dovuto scontare la squalifica nella prima gara ufficiale della nuova società di appartenenza. Il calciatore in questione, lamenta la reclamante, pur non avendo partecipato alla gara del 12.09.2015 tra Alfaterna e S. Maria La Carità, era inserito in distinta di gara della società S. Maria La Carità, la reclamante adduceva che la sola presenza in panchina del citato calciatore nella gare successive non consentisse al calciatore di scontare la squalifica residua di una gara e avesse ancora da scontare una giornata di squalifica. Rilevata la presenza in campo del calciatore Gargiulo Raffaele (nato il 30.03.1998) nella gara S. Maria La Carità – Pro Pagani del 19.09.2015, il suo impiego nel corso della gara de qua sarebbe da considerarsi irregolare ai fini disciplinari. Per tale motivo chiedeva la vittoria della gara ex art. 17 C.G.S.. Il G.S.T. rilevato che: il calciatore Gargiulo Raffaele (nato il 30.03.1998), a seguito della sanzione di squalifica per una gara inflitta a seguito della gara del 7.6.2015 come pubblicato sul C.U. del CRC S.G.S. n.77 del 11.6.2015 pag. 1232, per recidiva in ammonizione, (1 gara di squalifica), allorquando militava nella società GE.CA, e quest’ultima società non ha disputato ulteriori gare nel corso della stagione 2014/2015; rilevato che il su indicato calciatore risulta inserito in distinta di gara della società Santa Maria la Carità per la gara del 12.09.2015 al n. 16, pur non partecipando alla gara, non può considerarsi ancora scontata la giornata di squalifica; così come per la successiva gara del 19.09.2015, S Maria La Carità – Pro Pagani del 19.09.2015, risulta inserito nella distinta di gara della società S. Maria La Carità al n. 7. Per tutto quanto sopra, rilevato che il calciatore Gargiulo Raffaele (nato il 30.03.1998) non ha scontato la gara di squalifica inflitta nel corso della stagione 2014/2015, come sopra riportata, ed ai sensi dell’art. 22 comma III CGS versa in posizione irregolare agli effetti disciplinari,
DELIBERA
in accoglimento del reclamo di infliggere, ai sensi dell’art. 17 CGS, alla società Santa Maria La Carità la punizione sportiva della perdita della gara con il punteggio di 0-3, manda gli atti al Commissario pro tempore del C.R.C. per gli opportuni provvedimenti. Nulla per la tassa non versata.

Grafix - Studio Grafico

Notizie

La Dura Legge del Gol #13 | 9 agosto 2016

La Dura Legge del Gol #13 | 9 agosto 2016

Non solo barriere nelle curve, blindate dal questore D’Angelo lo scorso mese di febbraio e confermate dal Comitato per l’Ordine e la Sicurezza. Nuove ed ancor più rigide misure di [...]