Notizie Flash

Il tuo nuovo punto di vista

Palloni Sgonfiati: deux… frittat!

Interlinea+- ADimensione carattere+- Stampa questo articolo

«Ci poteva sta’ uno qualunque di noi sul dischetto e non l’Immorale, ca nun o’ sape nisciuno! Uno qualunque di noi, e mo’ stavamo qua a gioire pe ‘na qualificazione! C’anna mannat a casa nostra, di sabato, ce putevemo sta’ nuje e semifinale! Chisto nunn’è ‘nu fatto che se può accuncia’! L’a’a ji’ a piglia’, chella barba a’ deficiente che tene, ce l’amma straccia’!»

Altro che deux frittur, qui siamo al cospetto di due frittate! Tralasciando l’errore di Bonucci – tranquillamente ascrivibile alla categoria “rigori parati” – e quello di Darmian che è sembrato più figlio di un’improvvisa ventilatio intestinalis putrens, probabilmente dovuta alla tensione mostruosa del momento, le due esecuzioni dal dischetto di Zaza e Pellè non trovano spiegazioni logiche se non nelle teorie dell’ex centrocampista di Borussia Dortmund e Tottenham, nonché commentatore per la ZDF e padre della psicoanalisi moderna, Sigmund Freu(n)d.
Le immagini da questo punto di vista sono impietose: il primo piano, luogo peraltro dove è stato ritrovato il pallone calciato da Zaza, la dice lunga sull’espressione dei due. Lo sguardo, mentre si apprestano a calciare, non è ‘agghiacciande’ come avrebbe voluto o’ Conte anzi; sembra avvicinarsi più a quello degl’appuntati Marino Spada e Glauco Sperandio: PRONTO, ACUTO E PROFONDO!

«Struuuuuuuuuuuunz! Ce stanno mannan a’ cas!»
«Scommmetto che ti chiami Neuer, eh?»
«TU CU’MME NUN PUO’ SBAGLIA’ CCHIU’, E CAPIT?»

Ecco perché la frattura consumatasi nel ventre del Nouveau Stade de Bordeaux, in seno al clan azzurro, sembra ormai insanabile: da una parte il blocco sabaudo ancora fedele a Camillo Benso Conte di Secondigliano; in mezzo i gregari silenti capeggiati da Parolo e quelli poco inclini ai cambiamenti guidati da Immobile; dall’altra i giovani leoni Ciro Zaza – alias l’immorale – e Graziante di Secondigliano Pellè, decisi a tutto pur di riconsegnare le redini del sodalizio nelle mani di don Pietro Vieri.
A proposito di Bobone: ma l’avete visto in tribuna elegantemente accompagnato da una panterona relegata a ruolo di ventilatore umano? Più che un principe sembrava ‘O Principe!

«Accussi’ se spieg cumm fa’ a fare a’ vita do milionario iss e chella zoccola nera…»
«
Nun m’è piaciut’ cumm ha parlat ò commissario tecnico: s’adda magnà a lengua soja!»
«MISTER: MA CHE FATT CU’ ‘E CAPILLE? TE VEC CCHIU’ SELVAGGIA, CCHIU’ LEONESSA!»

E’ evidente ormai che lo scenario è mutato e la fuga di Conte verso Londra non fa altro che acuire i dissidi. I vecchi del clan hanno ormai capito che il loro tempo è finito: se Zaza, col suo balletto, ha dimostrato che c’è chi è ancora disposto a temporeggiare prima di sparare (alto) Pellè, con quel gesto col quale intima a Neuer di scavarsi la fossa, ha ribadito la propria leadership in seno agli Sciovinisti.
E’ giunto ormai il momento di ringiovanire le fila del clan e le lacrime di Buffon e Barzagli la dicono tutta: nessuno dei due era affranto per l’eliminazione! Gigi ha scoperto che è la Seredova il tramite attraverso il quale don Pietro Vieri comunica con l’esterno mentre Barzagli, ossessionato dal’idea che Thiago Motta – spietatissimo killer famoso per la proverbiale velocità di esecuzione – possa tendergli un agguato a bordo di un risciò trainato da Insigne, gira armato e per giunta solo in compagnia di Bonucci e Chiellini.

«A tirà e rigori è ‘na strunzat!»
«Song’io che cumman? E fall tira’ a Darmian!»
«ORMAI PURE PELLE’ SI SENTE IN DIRITTO E FA’ O’ CUCCHIAIO!»

Ma come tutte le guerre anche questa ha avuto di un pretesto per essere scatenata. E quel pretesto è stato fornito proprio dal George McFly di San Cesario: «ho mimato il gesto dello scavetto per costringere Neuer a restare fermo. D’altronde il portiere tedesco sa che è un colpo che ho nelle mie corde…».
Ma come fai? MA COME FAI? George ma ti rendi conto? Nemmeno a scuola raccontano più che l’omicidio dell’arciduca Francesco Ferdinando fu il “casus belli” che scatenò la prima guerra mondiale (anche perché c’è il serio rischio che il figlio di qualche attivista pentastellato ti metta seriamente in difficoltà obiettando che in realtà il primo conflitto mondiale è stato solo un pretesto, messo in scena dall’Europa, per impedire al Movimento di Grillo di arrivare al governo già novantotto anni fa, ndc), come vuoi che ti credano?

«Quando mio figlio era criaturo, io ‘o purtavo sempe a vede’ ‘o Southampton, e isso me diceva: “Papà, ma comm’è possibile… delle punte accussì scarze vogliono fare quello che fanno i grandi campioni?”. Chill comm a Pellè  so’ buon quando fanno quello che dice o’ CT, pecché se vogliono calciare i rigori cumm a’ Totti, diventano pericolosi: s’hanno abbattere!»

Ma voi ve l’immaginate Neuer nella sua tenuta in Vestfalia in compagnia di Schweinsteiger, con una videocassetta in mano di Sampdoria-Nocerina del 2011, mentre cerca di memorizzare i movimenti di Pellè?

«Dunquen fediamo: Samptoria si schiera kon Romero in porten, Rispoli, Gastaldellen, Rossini e Lazcko in difesen; a centrocampen con Munaroff, Obiang, Renan e Juan Antonio ed in attakken con Eder e Grazianen Pellè! Per la Nocerina, infece: Concetti, Pomanten, Rea, Di Maien, Figliomeni; Mingazzinen, Brunofs; Negrenbauer, Merino, Catania; Castalden. Porka troika, qvesto attakkante blucerchiaten ha un fisico feramente possenten, ma con i piedi è oltremodo goffen und scarzen!».

«Fuck Manuel! Lascia pertere qveste cazzaten… finiamo di cenaren! C’è ankvora il profitterolen kon la pannen, lo champagne e due mignotten con le qvuali possiamo fare tutte le porcherien che fogliamo!»

«Stoppen, das Bastian! Fieni a vetere qvesta sqvadra con la maglia rossoneren; gioka daffero un calcio spettacolaren: chi è l’allenatoren?»

«Kome chi è Manuel? Tu qvuarda le videocassetten di Pellè e non konoscere qvuello che è considerato
l’ampasciatore del calcio champagne in Italien?»

«E ki essere qvesto?»

«Il mister Otto Von Gaetanen… AUTEREN!»

i_2_carabinieriA

Grafix - Studio Grafico

Palloni Sgonfiati

ZaZ Cycling: capitan De Feo si aggiudica la cicloscalata del Faito

ZaZ Cycling: capitan De Feo si aggiudica la cicloscalata del Faito

Cicloscalata del Faito dal sapore di vittoria per la Zero a Zero Cycling. Giornata dal clima adatto per gli scalatori, con temperature tutt’altro che estive. Allo start da Vico Equense [...]

SEGUICI SU FACEBOOK

luglio: 2016
L M M G V S D
« Giu   Ago »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031